Agricoltour 2014 BASF - Antonio-Ciavarella - Apricena Foggia - 14 Maggio
E-mail LinkedIn Facebook Twitter

Antonio Ciavarella, socio coop.

L’Agricoltore, il più grande lavoro sulla Terra”. Cosa pensa del titolo di questa campagna?

Mi piace, ma io aggiungerei che è anche il più difficile, soprattutto in anni in cui la crisi si fa sentire e riduce i margini di guadagno.

Bisogna essere tosti, resistere e reagire a tutte le avversità, a partire da quelle atmosferiche. Pensate che quest’anno ha piovuto spesso e il grano era quasi ormai perso. Nei terreni, argillosi e bagnati, non si riusciva assolutamente ad entrare con i trattori. Noi non ci siamo persi d’animo e abbiamo fatto come una volta, concimando a mano, per ben due volte, pur di salvare il salvabile, e ce l’abbiamo fatta. Sono questi i risultati che ci consentono di superare la fatica, l’aumento dei costi alla produzione, i sacrifici.

Si parla tanto di innovazione come fattore per superare la crisi. Lei cosa sta facendo?

Alla tradizionale coltura del grano ho affiancato l’orzo; ora sto provando a produrre fave, favino, ceci; spero che i riscontri ci siano e si possa investire nel futuro sulla diversificazione.

Trasmettere ai giovani la passione per il lavoro più importante sulla terra è un’impresa?

Ho due bambine, ci penso spesso quando le guardo negli occhi. Nella situazione in cui ci troviamo oggi, questo lavoro va amato, coltivato, altrimenti si fanno scelte come quelle dei miei compagni, anche figli di agricoltori, che hanno deciso di fare altro. Non li giudico, ma non mi sento assolutamente un vinto. La passione di fare un lavoro così importante supera ogni difficoltà, anche se a volta confesso che è molto dura andare avanti.

L’integrazione al reddito è un aiuto reale?

Senza dubbio, ti consente di avere un sostegno concreto, ma provoca anche delle enormi disparità. Servirebbero aiuti al reddito molto più mirati, destinati agli agricoltori attivi e modulati in funzione dei diversi tipi di agricoltura, in particolare per quelle più fragili. Così avrebbe un senso e invoglierebbe molte più persone ad investire nel comparto.

Essere insieme ad altri soci della cooperativa come la fa sentire, in questo momento difficile?

E’ bello essere insieme a combattere una battaglia aspra, difficile, ma anche entusiasmante. Con la cooperativa ci sentiamo al sicuro, con le spalle più coperte. Abbiamo delle garanzie, siamo conosciuti e riconosciuti come persone, come soci e come agricoltori, e per questo ci fa sentire all’interno di una grande famiglia.

Vito Verrastro

L’Informatore Agrario

E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 BASF - Antonio-Ciavarella - Apricena Foggia - 14 Maggio
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 BASF - Antonio-Ciavarella - Apricena Foggia - 14 Maggio
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 BASF - Antonio-Ciavarella - Apricena Foggia - 14 Maggio
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 BASF - Antonio-Ciavarella - Apricena Foggia - 14 Maggio