Agricoltour 2014 - Sergio Tommasi - Verona - 14 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter

14 giugno Sergio Tommasi– Tommasi Viticoltori Valpolicella.

La Tommasi Viticoltori è uno dei produttori storici nel cuore della Valpolicella Classica, dove nascono importanti perle dell’enologia italiana, quali il Valpolicella, il Ripasso, l’Amarone e il Recioto.

Da un minuscolo vigneto del nonno Giacomo, l’azienda vitivinicola, nata nel 1902 e guidata oggi dai nove rappresentanti appartenenti alla quarta generazione, si è consolidata nel corso degli anni e oggi si estende su 160 ettari di vigneto nelle principali zone DOC della provincia di Verona (Valpolicella, Lugana, Soave, Bardolino e Custoza) e circa 60 ettari nella Maremma Toscana.

La passione è senza dubbio il fattore di successo che da sempre anima la famiglia Tommasi, come ci ha raccontato Sergio Tommasi, rappresentante della terza generazione, perché «La terra si coltiva solo se si ha passione».

Com’è cambiato il settore agricolo nel corso degli anni?

La viticoltura, e più in generale l’agricoltura, sono cambiate radicalmente, grazie soprattutto all’avvento della tecnologia. Oggi posso dire che lavorare la terra è un divertimento. La passione, però, resta l’elemento fondamentale per garantire un vantaggio economico alla nostra attività.

E il consumatore com’è cambiato?

Rispetto al passato il consumatore italiano beve meno, ma meglio. Sempre più frequentemente gli aspetti qualitativi rappresentano un elemento fondamentale di scelta .

Gli aspetti ambientali sono sempre più importanti e, oggi, rappresentano un prerequisito per l’agricoltura, in particolar modo in un’area, la Valpolicella, dove è stretta la coesistenza con i centri abitati. Qual è la vostra posizione su questo tema?

La Valpolicella è un’area a elevata concentrazione urbanistica, pertanto è forte l’attenzione sulle tematiche ambientali. Bisogna, quindi, avere massima sensibilità quando si eseguono i trattamenti fitosanitari, per garantire il rispetto per l’ambiente e la salute umana. Il regolamento comunale per l’utilizzo dei prodotti fitosanitari ci impone, ad esempio, di comunicare, nelle aree perimetrali dell’appezzamento, l’esecuzione di un trattamento almeno 24 ore prima.

È però fondamentale far sapere anche che i prodotti oggi utilizzati non sono più quelli di una volta e che in molti casi, come ad esempio nella lotta alla tignola della vite, sono utilizzate tecniche altamente sostenibili, quali la confusione sessuale. Noi vogliamo fare il massimo per garantire il rispetto dell’ambiente.

Ritiene che l’iniziativa proposta da BASF possa migliorare ulteriormente l’immagine dell’agricoltura presso i cittadini?

Questa iniziativa è sicuramente interessante, poiché garantisce una corretta informazione. È necessario favorire, sempre di più, l’incontro tra l’agricoltura e la gente comune.

Giannantonio Armentano

E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Sergio Tommasi - Verona - 14 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Sergio Tommasi - Verona - 14 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Sergio Tommasi - Verona - 14 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Sergio Tommasi - Verona - 14 giugno