Agricoltour 2014 - Mario e Luigi Battaglino - Racconigi - 3-21 maggio
E-mail LinkedIn Facebook Twitter

Azienda Madonnina – intervista a Mario e Luigi Battaglino – Borgonuovo (frazione di Canale – Cn)

Ai piedi della collina che annuncia Borgonuovo, sulla statale che da Alba procede verso Torino, c’è una madonna bianchissima. L’ha collocata lì Mario, ai piedi della “sua” collina, quando il notaio ha registrato il sessantesimo passaggio di proprietà. Il cuore dell’azienda agricola Madonnina sono questi 10 ettari acquistati uno sull’altro, in quarant’anni di sudore e sacrifici.

Letteralmente, perché Mario Battaglino, quando c’è da lavorare, non è uno che si tira indietro e il primo oggetto di lusso che si è comprato, un cancello in ferro battuto per delimitare la casa di proprietà, è di quattro anni fa.

La storia dei Battaglino è scritta nelle mani di Mario. Grosse come badili, tagliate dal freddo e dal caldo, gonfie di muscoli, mani che hanno potato tralci per una vita. Oggi le grandi cantine si contendono le sue uve, ma Mario viene dalla terra dura. “Ero un barot e me ne vergognavo, i miei amici che erano andati a lavorare in fabbrica si coprivano il naso quando passavo col carro del letame e il direttore della banca mi chiamava zappaterra perché non avevo molti soldi sul conto…

Mario è un personaggio da libro Cuore, ma è vero come la storia dell’agricoltura, che è nata povera. “Mio padre aveva le lacrime agli occhi quando mi chiese se volevo restare in campagna o emigrare a Torino, come i miei fratelli” racconta.

Grosso come la sua collina, con un cuore altrettanto grosso, Mario non si è mai spostato dalla casa di famiglia e ha puntato i terreni migliori, sulle mammelle di Vezzo d’Alba, le colline più rinomate del Roero che produce uva da vino. “Ci chiamavano barott, sempliciotti. Quando chiesi la mano di mia moglie, che pure era figlia di agricoltori, le confessai che facevo il contadino dopo mille ritrosie e lei mi fece attendere un giorno prima di acconsentire. Passai la notte più brutta della mia vita, nell’attesa, perché nessuno voleva un barotto”.

Dopo quel sì, Adriana Del Santo e i loro quattro figli divennero, come si usa qui, una cosa sola con Mario: “Nella vita e in azienda, un solo portafoglio, una sola forza, una sola scelta, quella di lavorare la terra e farle dare il meglio, trattandola con amore, perché senza passione non si fa bene nessun mestiere”.

Il riscatto del barot è stato fondato su un’unità famigliare che dire granitica è dire poco. Il direttore della banca locale non vedeva crescere quel conto perché non appena avevano qualche soldo i Battaglino compravano un vitello, un campo, una casa. Finché il Mario non si invaghì di quella collina. Larga, ben esposta al sole, ottimi terreni, insomma la collina perfetta per il Nebbiolo e l’Arneis. Tutte le risorse allora sono state convogliate verso quel progetto: lo stipendio di Adriana, che intanto aveva trovato un lavoro in fabbrica, i proventi delle vigne e quelli degli alberi da frutta. Tutto in famiglia. “Mia madre ha novantun anni – conferma Mario - e lavora tutto il giorno con noi durante il raccolto delle pesche, che all’alba vado a vendere a Torino”. Un’epopea di lavoro e di investimento nella terra che, “se la ami ti ripaga”, assicura il viticoltore.

Oggi non è più un barotto, ma un imprenditore agricolo. “Nessuno fa battute se ci vedono stanchi e sudati dopo il lavoro”. Oggi che di lavoro nelle fabbriche non ce n’è più e che i direttori di banca accolgono ossequiosi gli imprenditori della terra. Il primo figlio di Battaglino, Luigi, si sposerà nelle prossime settimane. La sua fidanzata non ha esitato a rispondere sì.

Paolo Accomo

L’Informatore Agrario

E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Mario e Luigi Battaglino - Racconigi - 3-21 maggio
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Mario e Luigi Battaglino - Racconigi - 3-21 maggio
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Mario e Luigi Battaglino - Racconigi - 3-21 maggio
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Mario e Luigi Battaglino - Racconigi - 3-21 maggio
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Mario e Luigi Battaglino - Racconigi - 3-21 maggio
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Mario e Luigi Battaglino - Racconigi - 3-21 maggio
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Mario e Luigi Battaglino - Racconigi - 3-21 maggio
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Mario e Luigi Battaglino - Racconigi - 3-21 maggio