Agricoltour 2014 - BASF - Maurizio Casotto CAP Padova
E-mail LinkedIn Facebook Twitter

5 Giugno - Masurizio Casotto Responsabile Commerciale Comparto Concimi Sementi Prrodotti Fitosanitari Consorzio Agrario Padova E Venezia

La direttiva europea sull’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari ha introdotto una nuova figura, quella del consulente, che avrà un ruolo fondamentale nel favorire un utilizzo più efficiente dei prodotti impiegati nella difesa e nel diserbo delle colture. L’Italia è uno dei Paesi dove il consulente è una figura storicamente presente nelle aziende agricole e una parte del merito di ciò spetta ai Consorzi Agrari, che negli anni hanno formato e portato sul territorio centinaia e centinaia di tecnici specializzati.

Maurizio Casotto è uno di questi, oggi responsabile commerciale del comparto concimi, sementi e agrofarmaci, da oltre trent’anni opera per il Consorzio Agrario di Padova e Venezia nel settore della consulenza delle aziende agricole.

“Quando ho iniziato il 15 marzo del 1976 – ricorda Maurizio Casotto – l’assistenza tecnica era agli albori. In quel momento i prodotti disponibili per la difesa erano pochi e il nostro compito era quello di insegnare quando e come trattare. L’uso sostenibile era ancora lontano”.

Come è cambiato il modo di fare agricoltura dal vostro punto di vista?

In quegli anni l’agricoltore riusciva a fare bilancio rendendo remunerativa la propria attività, mentre oggi le politiche economiche favoriscono il sostegno tramite contributo. Per fortuna le nuove generazioni che si stanno avvicinando al settore hanno preso atto che l’agricoltura non deve essere solo sovvenzionata e si stanno riappropriando della «bellezza» di fare business e di conseguenza risultato economico.

Ritengo che i finanziamenti potrebbero avere un ruolo strategico se orientati a progetto.

In questo nuovo contesto del mondo agricolo quale sarà il ruolo del consulente?

Oggi noi siamo diventati consulenti a 360° a supporto di tutte le attività dell’azienda agricola. Dobbiamo affiancare l’imprenditore agricolo nelle sue scelte tenendolo aggiornate sulle nuove normative che impongono sempre maggiori limitazioni, ma allo stesso tempo sulle nuove opportunità offerte, ad esempio dalle politiche economiche comunitarie. I giovani imprenditori agricoli sono attenti all’utilizzo di mezzi tecnici innovativi e noi dobbiamo essere pronti a dare le opportune informazioni.

Come si è attrezzato il Consorzio Agrario di Padova e Venezia per soddisfare queste nuove esigenze?

Per affiancare correttamente gli agricoltori abbiamo innanzitutto deciso di puntare su laureati e diplomati che nel 95% dei casi sono assunti come dipendenti, eliminando problematiche legate ad aspetti personali e di marchio. Poi adottiamo tutti i metodi di informazione compresi i nuovi canali di informazione per soddisfare le esigenze di tutti i nostri clienti, sia i più vecchi dove il rapporto personale e fondamentale, sia i più giovani che fanno ampio utilizzo di strumenti informatici quali internet e smartphone.

E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - BASF - Maurizio Casotto CAP Padova
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - BASF - Maurizio Casotto CAP Padova
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - BASF - Maurizio Casotto CAP Padova
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - BASF - Maurizio Casotto CAP Padova