Agricoltour 2014 - Tonino Zerbinati - Titolare dell’Az. Agr. Zerbinati - Sermide (MN) 18 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter

Tonino Zerbinati - Titolare dell’Az. Agr. Zerbinati - Sermide (MN)

«Mio nonno, che è morto quando avevo solo 9 anni, mi insegnava a riconoscere i semi dei meloni e a scegliere quelli migliori: a quei tempi non c’erano gli ibridi americani e se volevi coltivare i meloni, dovevi seminare usando le sementi presenti nei frutti del raccolto precedente».

A parlare è Tonino Zerbinati, Titolare dell’Azienda Agricola Zerbinati di Sermide, in provincia di Mantova.

Oggi, ormai lontani i tempi del nonno, l’antica Corte Gaviola della famiglia Zerbinati si è trasformata in una grande realtà ortofrutticola che produce, confeziona e spedisce nei più importanti mercati, meloni, angurie, angurie baby e zucche. La coltivazione avviene in chilometri di serre e di piccoli tunnel.

Com’è avvenuto il salto dalla realtà aziendale di vecchio stampo alla moderna struttura produttiva di oggi?

«Fino al 1995 - racconta Zerbinati - sono stato socio di una Cooperativa che si occupava anche della vendita dei nostri raccolti; tuttavia, pur lavorando tanto e con molto sacrificio, i guadagni non mi permettevano neanche di far studiare mio figlio». Tonino è davvero un tipo fenomenale e non è difficile immaginarlo, allora, non piegarsi e prendere in mano la situazione.

«A memoria d’uomo - sottolinea - nella mia famiglia siamo sempre stati Agricoltori; a un certo punto, però, ho capito che il mio mondo si era chiuso, avevo quasi disimparato a parlare italiano. Così mi sono deciso e ho cominciato a prendere contatti io stesso con i mercati generali delle principali città italiane per spedire direttamente il mio prodotto, e così mi sono staccato dalla Cooperativa e ho iniziato a muovermi in proprio. Mi si è aperto un mondo». Dopo di che è stato sempre un crescere; i soldi guadagnati venivano, di anno in anno, reinvestiti in azienda, per cui, se in primavera e in estate gli Zerbinati si dedicavano ai lavori di campagna, d’inverno costruivano strutture, ampliavano i capannoni esistenti e pian piano si dotavano di mezzi di lavoro più moderni.

«Questa evoluzione è stata possibile perché non erano gli anni della crisi, le banche finanziavano gli Agricoltori e c’erano ancora le condizioni necessarie a un’Azienda per crescere» puntualizza Tonino.

Quindi, oggi, come si svolge per lei una giornata tipo nel periodo di punta?

«Mi sveglio alle 3 del mattino, faccio la doccia e passo in ufficio, dove mi attacco al telefono per sentire com’è l’andamento nei mercati generali di Milano, Bologna, Verona, Roma, Padova e Firenze; e così, in base alle necessità commerciali del momento, imposto la giornata entrante programmando le spedizioni».

Un po’ Zerbinati si lamenta di questo suo impegno che definisce «da economo», ma gli occhi gli brillano e gli crediamo poco, anche se, come dice lui stesso, il suo vero mondo «è far crescere la pianta».

Il fatto è, che non è più tempo di sola poesia, e ammette: «Questa evoluzione “doveva” avvenire: le aziende che vivono di Agricoltura, se non si evolvono, sono finite; e non evolversi - spiega - significa lasciare la commercializzazione fuori dall’Azienda».

L’evoluzione, oggi, per gli Zerbinati si chiama Oscar, il figlio ventisettenne di Tonino, che lo affianca, così come la moglie Marina, che si è sempre occupata della parte economica. Il padre dice: «Non va bene lodare i figli, ma vedo in lui una velocità di cervello che io non ho più ed è svelto con le nuove tecnologie, ha colto delle opportunità come io non avrei mai saputo fare.

È in Azienda da soli 5/6 anni e l’idea, che molti ci hanno copiato e che è un po’ il nostro “marchio di fabbrica”, di mettere la ceralacca per cicatrizzare il punto di distacco del picciolo del melone è stata sua, e lui stesso ha voluto che si imprimesse su ogni frutto un tatuaggio con il laser che riporta il “codice di tracciabilità”, ovvero il numero da inserire nel nostro sito internet, www.zerbinatiagricoltura.it, per conoscere la “storia” del lotto di quel melone».

Ed è sempre a Oscar che l’Azienda Zerbinati deve l’ingresso nei mercati esteri. «Li ha cercati - dice Tonino - e ha avuto successo».

E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Tonino Zerbinati - Titolare dell’Az. Agr. Zerbinati - Sermide (MN) 18 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Tonino Zerbinati - Titolare dell’Az. Agr. Zerbinati - Sermide (MN) 18 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Tonino Zerbinati - Titolare dell’Az. Agr. Zerbinati - Sermide (MN) 18 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Tonino Zerbinati - Titolare dell’Az. Agr. Zerbinati - Sermide (MN) 18 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Tonino Zerbinati - Titolare dell’Az. Agr. Zerbinati - Sermide (MN) 18 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Tonino Zerbinati - Titolare dell’Az. Agr. Zerbinati - Sermide (MN) 18 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Tonino Zerbinati - Titolare dell’Az. Agr. Zerbinati - Sermide (MN) 18 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Tonino Zerbinati - Titolare dell’Az. Agr. Zerbinati - Sermide (MN) 18 giugno