Agricoltour 2014 - Matteo Zambreri - Az. Agr. Serra Verde - San Giorgio di Mantova 18 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter

Matteo Zambreri - Tecnico e Titolare dell’Az. Agr. Serra Verde - San Giorgio di Mantova

La storia del Perito Agrario Matteo Zambreri, oscilla tra l’Azienda vivaistica di famiglia, biologica e in parte sperimentale, di cui è Titolare e Responsabile Tecnico, e l’attività di assistenza agronomica in campagna fornita in primo luogo, ma non solo, a coloro presso i quali vengono trapiantate le piantine di specie orticole realizzate nelle sue serre: meloni, angurie e zucche in testa.

L’Azienda si chiama Serra Verde e ha sede legale a San Giorgio di Mantova, località in cui è nata, mentre le serre sono in un paese poco lontano, Roncoferraro.

«A gran parte della clientela della nostra Azienda vivaistica - racconta Matteo Zambreri - forniamo un “pacchetto completo”, seguendo dal trapianto delle piantine da noi prodotte al frutto maturo, senza però occuparci dell’aspetto commerciale, se non marginalmente, perché non è il nostro campo».

Il Tecnico che opera al suo fianco è il padre Francesco, classe 1934, un’istituzione nel settore delle cucurbitacee, definito, da chi lo conosce, la «vecchia volpe del melone in Italia» e, diciamolo pure, vista la competenza del figlio, buon sangue non mente.

«Da quasi 60 anni, mio papà è il punto di riferimento per me, per la nostra Azienda, che ha fondato nel 1988, e per l’attività di assistenza tecnica a meloni e angurie di molte realtà orticole della zona e dintorni» afferma Matteo Zambreri, sottolineando che all’inizio a Serra Verde si seguiva il metodo di coltivazione convenzionale, cioè quello comunemente praticato in campagna e che fa uso anche di prodotti della chimica; solo nel 1994, trasferita la parte produttiva in un’area della provincia più «agreste e salubre» (San Giorgio si stava molto urbanizzando e si era industrializzata), si è adottata la pratica biologica, che fin dagli inizi era stata l’idea degli Zambreri.

«Premesso che per fare Agricoltura biologica bisogna conoscere bene i segreti della coltivazione convenzionale - puntualizza - l’idea iniziale della mia famiglia era stata, subito, quella di produrre una pianta che fosse al 100% biologica, non tanto per esigenze di mercato, dato che era il 1988 e non c’era ancora un grande interesse verso il “bio”, ma per una convinzione soprattutto mia personale, e per la quale ho avuto il totale appoggio di mio padre. A quei tempi - prosegue - realizzavamo non solo le piantine per il trapianto, ma tutta la produzione fino al frutto finale. Ero un giovane Perito Agrario e da quando ho 18 anni gestisco Serra Verde; pertanto mi sono così impratichito su fragole, pomodori e naturalmente meloni, angurie, zucche e anche peperoni e melanzane, maturando un’esperienza tecnica che oggi mi è indispensabile».

L’azienda Serra Verde, che in totale si estende su 3 ettari di terreno, possiede 1800 m2 di serre riscaldate, dove il ciclo lavorativo comincia a Gennaio con la semina di meloni e angurie, che sono destinati ai trapianti precoci di fine Febbraio. «Questa prima fase della nostra attività vivaistica - spiega Zambreri - è molto delicata, perché dobbiamo preparare la pianta a condizioni climatiche che non sono certamente da Sud Italia».

Le semine si susseguono fino alla prima settimana di Agosto, quando si preparano le piantine per gli ultimi trapianti dell’annata.

«La quasi totalità del nostro materiale vivaistico è fatto di piantine innestate ̶ precisa il Tecnico ̶ e ciò significa che, un domani, avremo una coltura con un apparato radicale forte e resistente alle patologie e agli stress e una pianta con alte performance qualitative e buoni risultati in termini di resa».

Quanto all’attività di sperimentazione di Serra Verde, è in buona parte dedicata a ottimizzare il funzionamento delle serre, oltre l’attività all’interno di questo ambiente condizionato.

«Da anni ci stiamo impegnando per migliorare le caratteristiche tecniche delle nostre serre, riducendo l’impatto di emissioni di CO2 degli impianti di riscaldamento e utilizzando energie rinnovabili, specialmente serre fotovoltaiche. Proprio in queste serre - conclude con orgoglio Zambreri - coltiviamo a scopo sperimentale diverse piante da frutto, tra cui meli, ciliegi e peschi, per vedere quelle che meglio si prestano a vegetare e produrre in queste condizioni innovative».

E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Matteo Zambreri - Az. Agr. Serra Verde - San Giorgio di Mantova 18 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Matteo Zambreri - Az. Agr. Serra Verde - San Giorgio di Mantova 18 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Matteo Zambreri - Az. Agr. Serra Verde - San Giorgio di Mantova 18 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Matteo Zambreri - Az. Agr. Serra Verde - San Giorgio di Mantova 18 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Matteo Zambreri - Az. Agr. Serra Verde - San Giorgio di Mantova 18 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Matteo Zambreri - Az. Agr. Serra Verde - San Giorgio di Mantova 18 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Matteo Zambreri - Az. Agr. Serra Verde - San Giorgio di Mantova 18 giugno
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 - Matteo Zambreri - Az. Agr. Serra Verde - San Giorgio di Mantova 18 giugno