L'Agricoltore il più grande lavoro sulla Terra - Interviste Agricoltour 2014 - Rivenditore Cerquitelli - 18 luglio
E-mail LinkedIn Facebook Twitter

CLAUDIO CERQUITELLI

Rivendita Cerquitelli 1980 Srl – Orvieto (Tr)

Stare a contatto con gli agricoltori, aiutarli nelle sfide quotidiane e, perché no, condividere i risultati delle loro coltivazioni, sono solo alcuni degli stimoli che giorno per giorno aiutano a migliorarsi nel suo lavoro Claudio Cerquitelli, un giovane imprenditore che gestisce l’azienda di famiglia, una rivendita di prodotti per l’agricoltura che si trova in uno dei cuori verdi d’Italia, l’Umbria, e più precisamente ad Orvieto, patria di ottimi vini.

Qualche domanda a Claudio, per capire il concetto di agricoltura moderna.

Come è cambiata l’agricoltura?

«Oggi stiamo vivendo una fase fondamentale, che è quella del ricambio generazionale. E’ ora più che mai che si nota il passo in avanti che sta facendo questo settore che dall’individualismo che lo rappresentava prima, sta spingendosi verso la collaborazione e soprattutto si sta passando, grazie anche alla preparazione degli agricoltori di oggi, al concetto di imprenditore agricolo, sfatando finalmente il luogo comune di “contadino” di una volta».

Cosa intendi per “imprenditore agricolo” oggi?

«Oggi un imprenditore del settore programma il lavoro della propria azienda; sa quello che deve fare oggi e tra due anni; realizza investimenti a lungo termine per migliorare l’efficienza economica e produttiva della propria impresa. Soprattutto però, oggi l’imprenditore agricolo ha in mente il concetto di qualità del prodotto finale, che è la cosa che veramente lo distingue dal concetto di contadino».

Dal punto di vista del lavoro nei campi come è cambiato l’agricoltore?

«Una maggiore preparazione anche a livello teorico, abbinata a una pratica ormai sempre più tecnica e specifica nelle varie colture, spinge l’agricoltore di oggi a fare scelte agronomiche molto precise che guardano a vari aspetti, tenendo sempre d’occhio, come detto, il concetto di qualità finale del prodotto».

Tradotto sulla pratica cosa vuol dire?

«Vuol dire che l’agricoltura viene vista innanzi tutto come una professione che si basa sulla terra e quindi una scelta oculata nell’uso di prodotti per lavorarla, dal seme ai fitofarmaci, passando per i concimi. La sostenibilità economica, questo lo sa bene l’imprenditore di oggi, passa necessariamente per quella ambientale perché oggi il consumatore per “prodotto di un territorio” intende davvero assaporare l’origine dell’alimento».

Il tuo impegno quindi qual è?

«Aiutare sempre di più da un lato l’agricoltore nella scelta di prodotti efficienti, ma allo stesso tempo sostenibili. Dall’altro promuovere il concetto di agricoltura moderna anche nel consumatore».

Alessandro Maurilli

E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 18 luglio Claudio Cerquitelli Magazzino 1905
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 18 luglio Claudio Cerquitelli Magazzino 1905
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 18 luglio Claudio Cerquitelli Magazzino 1905
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 18 luglio Claudio Cerquitelli Magazzino 1905
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 18 luglio Claudio Cerquitelli Magazzino 1905
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 18 luglio Claudio Cerquitelli Magazzino 1905
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 18 luglio Claudio Cerquitelli Magazzino 1905
E-mail LinkedIn Facebook Twitter
Agricoltour 2014 18 luglio Claudio Cerquitelli Magazzino 1905